Diffamazioni online: arrivano le condanne!

Finisce oggi l’era informatica in cui si tirava il sasso e si nascondeva il braccio: se si fanno delle accuse e si diffama qualcuno sul web, si può essere condannati per diffamazione. Nulla di nuovo? In realtà la novità è che il provvedimento rdiffamazione onlineiguarderà anche quei commenti in cui non si nomina esplicitamente il diffamato.  Secondo la normativa, il reato di diffamazione con l’uso di internet (già citato nell’art. 595 c.p.) viene considerato reato aggravato, proprio per la sua stessa natura di essere destinato a un pubblico ampio. Il danno creato con gli strumenti informatici può rovinare del tutto la reputazione e l’immagine degli interessati, ecco perchè le pene da oggi saranno più dure.

Inevitabili le polemiche sulla libertà di espressione e sulla libertà di pensiero. In questo caso ad aiutarci dovrebbe essere il buon senso che ci suggerisce di chiarire in privato le faccende più complesse, ed evitare di mettere in piazza commenti o fatti privati.

libertà informaticaEsprimere il proprio parere è un diritto ma in certi casi è bene farlo in forma privata usando mail, messaggi privati o con una semplice telefonata.

Il web non è uno strumento di calunnie o diffamazione, è uno strumento di condivisione e libertà che non deve creare conflitti!

Keep calm and Stay Tuned!

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento